Frutta, verdura e carne: come conservarli per farli durare più a lungo

By | 21 dicembre 2015

Sapete come conservare gli alimenti in modo corretto? Alcuni vanno riposti in frigo, altri invece devono essere lasciati all’aria aperta. Scopriamo tutti i segreti per far durare i cibi più a lungo.


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Patate, cipolle e aglio devono essere conservati in un ambiente fresco, i formaggi devono essere avvolti in una pergamena per non farli ammuffire, i crostacei devono essere coperti con una carta da cucina umida: questi sono solo alcuni dei consigli per conservare correttamente gli alimenti. Basterà seguire una serie di consigli per ridurre gli sprechi alimentari e risparmiare in cucina. In questo modo, infatti, non solo si conserveranno i cibi più a lungo, ma saranno anche più salutari.

Frutta – La frutta, ad esempio, può essere conservata all’aria aperta, ma sarà meglio metterla in frigo se si vuole che duri più a lungo. Le mele, in particolare, possono essere tenute nel cassetto del frigo fino a 3 settimane, mentre gli agrumi come arance e limoni dureranno al massimo per 2 settimane. Questi ultimi, quando saranno aperti, potranno essere conservati ugualmente in frigo. L’importante sarà avvolgerli in una pellicola per farli durare fino a 5 giorni. Per quanto riguarda l’avocado, invece, questo deve essere lasciato all’aria aperta fin quando non è maturato. A questo punto potrà essere riposto in frigo, dove potrà rimanere per 4 giorni. Se lo si apre, si potrà cospargere di succo di limone e poi avvolgere in una pellicola. In questo modo durerà più a lungo. Un altro frutto che molto spesso non viene conservato in modo corretto è la banana. A seconda dei gusti personali, la si potrà mangiare più o meno matura, l’importante è che non ammuffisca. Quando la si mangia a metà e poi la si vuole conservare, basterà avvolgerla in una carta stagnola. In questo modo, manterrà la sua fragranza per altri 2 giorni.

Verdura – L’aglio e le cipolle dovranno essere conservati in un ambiente fresco e asciutto e dureranno al massimo per due mesi. Diverso invece è il procedimento per conservare i pomodori. Questi non dovranno essere tenuti in frigo, ma sul bancone della cucina o in un contenitore ventilato. Quando si tratta di erbe aromatiche come basilico, prezzemolo o sedano, per far sì che non perdano il loro sapore devono essere messi in acqua sterile fuori dal frigorifero. L’erba cipollina è più delicata e deve essere avvolta in una carta da cucina uida prima di essere riposta in frigo. Barbabietole e peperoni possono essere conservati invece in sacchetti di plastica sulla mensola frigo. Il primo rimarrà fresco per due settimane mentre il secondo avrà una durata di sette giorni. Lo stesso vale per il cavolo e per le carote.

Formaggi – Per quanto riguarda i formaggi, ognuno di loro dovrà essere conservato in modo differente. Mozzarella, fiordilatte, provola e formaggio fresco devono essere riposti in acqua e, se questa verrà cambiata ogni 2 giorni, potranno durare anche per una settimana. Il formaggio semistagionato dovrà essere messo in una pergamena e potrà essere consumato entro 2 settimane. I formaggi molli invece devono essere riposti in una pergamena ed ancora avvolti in una bustina di plastica per essere conservati nel modo migliore.

Carne, pesce e uova – Per quanto riguarda i salumi, questi potranno essere conservati nelle apposite confezioni per una settimana, a patto che siano sigillati e non entri aria negli scatoli. In casi estremi, pancetta e prosciutto possono essere congelati e durare un mese. Il pesce crudo, i crostacei e i molluschi vanno tenuti in un vassoio poco profondo e coperti con della carta da cucina umida, ma è meglio non conservarli per più di un giorno. Si possono però congelare in sacchetti di plastica e dureranno dai 3 ai 6 mesi. Infine, le uova possono essere tenute in frigo per due settimane o fino alla data di scadenza, l’importante è toglierle dalla scatola in cui sono state acquistate.

fonte:clicca qui <>