Crea sito
martedì, giugno 27Notizie strane,fatti curiosi,notizie rilevanti,,ricette.ed altro.

DOLCI/RICETTE

A Napoli apre il primo take away di frittate di pasta di tutti i gusti

A Napoli apre il primo take away di frittate di pasta di tutti i gusti

CURIOSITA', DOLCI/RICETTE
Arriva a Napoli il primo locale take away che venderà solo frittate di pasta ed aprirà nel centro storico! Napoli è la capitale italiana dello street food con i suoi tanti locali che propongono cibo da strada di ogni tipo, a partire dalle pizze a portafoglio, passando per le zeppole e i panzarotti fino ad arriva anche ai dolci più particolari. (adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Come poteva mancare, dunque, la frittata di pasta? E a colmare questo vuoto sarà il nuovo locale del centro storico che si chiamerà Giri di Pasta. Sarà inaugurato il 24 novembre 2016 e si troverà in via Tribunali. Giri di Pasta è il primo take away napulegno in cui si venderanno solamente frittate di pasta in monoporzione che saranno preparate in tanti gusti diversi. Non è stato
Triangolini di Nutella in padella

Triangolini di Nutella in padella

DOLCI/RICETTE
  INGREDIENTI 260 g di farina 00 130 ml di acqua 10 g di zucchero 22 g di olio di semi un cucchiaino di lievito per dolci un pizzico di sale Nutella PROCEDIMENTO I triangolini alla Nutella sono dei dolcetti semplici e golosi, si preparano in pochissimi minuti. Per prima cosa versate in una ciotola la farina, l’acqua, l’olio, il sale, lo zucchero e il lievito e impastate fino a formare un panetto. Stendete il composto su un piano infarinato, deve avere uno spessore di circa 2-3 mm, ritagliate dei quadratini. Al centro di ogni quadratino mettete un po’ di Nutella, bagnate i bordi del quadratino con il dito un po’ umido e richiudete con un altro quadratino, sigillando bene i bordi. Cuocete i quadratini in padella antiaderente (senza ungerla) per 8 minuti ( quattro min
Spaghetti al nero di seppia

Spaghetti al nero di seppia

DOLCI/RICETTE
  Ingredienti Per 4 persone: 400gr. Spaghetti 250gr. di seppie 3 spicchi d'aglio 1/2 bicchiere di vino bianco 1/2 bicchiere olio d'oliva 1 ciuffo di prezzemolo peperoncino e sale Preparazione Pulire le seppie, avendo cura di conservare il sacchetto con il nero e tagliuzzarle. In un tegame soffriggere con l'olio gli spicchi d'aglio tritati, aggiungere le seppie e far prendere un bel colorito; versare il vino e fare evaporare. Unire i pomodori a pezzettini, regolare di sale e cuocere a fuoco moderato per 20 minuti. A cottura quasi ultimata rifinire con una pizzicata di peperoncino, un trito di prezzemolo e colorare il condimento con il nero di seppia contenuto nel sacchetto. Lessare gli spaghetti, scolarli al dente e maneggiarli nel tegame con le seppie. Ser...
Storia e storie del panettone

Storia e storie del panettone

DOLCI/RICETTE, I PIU' VISTI DI NATALE, NOTIZIE IN RETE, STORIA
Le origini del panettone sfumano a tratti nella leggenda. Sono due le storie che godono di maggior credito: Messer Ughetto degli Atellani, falconiere, abitava nella Contrada delle Grazie a Milano. Innamorato di Algisa, bellissima figlia di un fornaio, si fece assumere dal padre di lei come garzone e, per incrementare le vendite, provò a inventare un dolce: con la migliore farina del mulino impastò uova, burro, miele e uva sultanina. Poi infornò. Fu un successo strabiliante, tutti vollero assaggiare il nuovo pane e qualche tempo dopo i due giovani innamorati si sposarono e vissero felici e contenti. Il cuoco al servizio di Ludovico il Moro fu incaricato di preparare un sontuoso pranzo di Natale a cui erano stati invitati molti nobili del circondario, ma il dolce, dimenticato nel forno
CRESPELLE CALABRESI

CRESPELLE CALABRESI

DOLCI/RICETTE, LA CALABRIA
Video ricetta  crespelle Calabresi RICETTA ORIGINALE CALABRESE Avrete bisogno dei seguenti ingredienti. - 1 kg di farina - 15 g di lievito - 10 g di sale - 2 cucchiai di zucchero - un po di olio di gomito e un po di amore Queste crispelle che vengono anche chiamate crespelle, cuddruriaddri, grispelle, e zeppole sono tradizionalmente popolari sia alla festa dell'Immacolata Concezione il giorno 8 Dicembre,che al Natale. Si possono fare dolci aggiungendo un po di zucchero o anche salate.
Spezzatino con mele e radicchio

Spezzatino con mele e radicchio

DOLCI/RICETTE
Ingredienti.: (per 2 persone) gr. 700 di spezzatino di manzo 2 mele Golden 2 radicchi (tipo lungo) 1/2 cipolla 2 cucchiaini di paprika dolce 2 cucchiaini di paprika forte 2 cucchiai rasi di dado granulare classico senza glutammato Skaj's olio extravergine di oliva vino bianco secco Preparazione: Pulite, tagliate il radicchio a listarelle, lavatelo e scolatelo. Sbicciate le mele e tagliatele a dadini. Tagliate a pezzettini la cipolla. In una casseruola a bordi alti soffriggete la cipolla con le mele per qualche minuto, unite il redicchio e cuocete finchè non si sarà "ammosciato". Aggiungete lo spezzatino e fate cuocere finchè tutto l'eventuale liquido che rilascerà la carne sarà evaporato e vedrete che inizierà a colorirsi; a questo punto sfumate con un pò di vino e att
Tartufo di Pizzo

Tartufo di Pizzo

DOLCI/RICETTE, INCREDIBILI, LA CALABRIA
Il tartufo di Pizzo è un prodotto oramai tipico della pasticceria calabrese. Si tratta di un gelato alla nocciola che viene modellato, rigorosamente nel palmo della mano, a forma di semisfera con un cuore di cioccolato fondente fuso e ricoperto da un spolverata di cacao amaro in polvere e zucchero. È stato inventato negli anni '50 dello scorso secolo quasi certamente ispirandosi all'omonimo cioccolatino della tradizione torinese commercializzato dalla Talmone, prodotto con gli stessi ingredienti e all'epoca popolarissimo. A questo dolce tipico sono ispirati vari tartufi industriali che non hanno niente a che fare con quello artigianale. La produzione è tradizionalmente artigianale. Nel 1940, il maestro pasticcere messinese Dante Veronelli rileva dal napitino Jannarelli nel centro
Chinuliji di Pizzo

Chinuliji di Pizzo

DOLCI/RICETTE, IN EVIDENZA
    Chinuliji,dolci con ceci di Pizzo Calabro I chinuliji sono dei dolci fritti ripieni con un impasto a base di ceci e frutta secca che si preparano tipicamente a Pizzo Calabro nel periodo di Natale. Sono dei fagottini con un sapore tutto natalizio in cui l’aroma della cannella e dei chiodi di garofano si sposa al calore del cioccolato: il ripieno è infatti molto ricco e vario. Ho lasciato il loro nome dialettale originale per rispettarne l’origine e la tipicità infatti “chinu” da noi significa pieno e questi dolcetti sono proprio belli pieni!!! INGREDIENTI Per il ripieno 350 g di ceci cotti e sgocciolati (conservare l’acqua di cottura) 65 g di zucchero 30 g di cacao amaro 65 g di noci sgusciate 65 g di mandorle tostate 65 g di nocciole 65 g di pinoli
Fichi secchi

Fichi secchi

DOLCI/RICETTE, IN EVIDENZA
                                    In Calabria, come altre regioni meridionali italiane, c’è un’elevata  produzione di fichi. I fichi essiccati sono un alimento ad alto contenuto nutrizionale grazie all’elevato quantitativo di calcio e  ferro e alla presenza di  potassio, magnesio, manganese, fosforo e vitamine B, B6 e K. Alle nostre latitudini il fico viene essiccato e conservato ancora come facevano i nostri avi. Quando l’estate giunge al termine, tra la fine del mese di agosto ed i primi di settembre c’è la raccolta di  ”fica“. Muniti di “panara chi crocchi” si effettua la raccolta di questo gustosissimo frutto. I fichi più grossi ven