Perugia. Una donna di 300 chili ha dato alla luce un bambino di 40 chili.

By | 17 novembre 2016

Una donna di 300 chili ha dato alla luce un bambino di 40 chili. E’ accaduto a Perugia, un peso record che potrebbe rendere questo neonato il più grande bambino mai nato.



Il bambino di dimensioni gigantesche ha sorpreso i medici e i membri dello staff che non erano pienamente preparati per un tale evento, ma miracolosamente sono riusciti a portare alla luce ben 40 kg di neonato. Il bambino rimane in uno stato di salute più che ottimale, come ha confermato un portavoce dell’ospedale. La madre, una donna single che lo ha partorito, ha subito un’incisione chirurgica uterina e un’altra nella parte inferiore dell’addome. Tutto questo è stato fatto per prevenire ogni danno possibile al bambino e per salvaguardare la salute della madre. Il ginecologo che ha praticato il taglio cesareo, non credeva ai suoi occhi, inizialmente pensava si trattasse di un parto plurigemellare: “in passato ho affrontato diverse gravidanze con altre donne che soffrono di obesità, ma se me lo avessero raccontato non ci avrei mai creduto, conserverò il ricordo di questa gravidanza fino alla  morte“, ha detto ai giornalisti con un grande sorriso. “Ho veramente creduto ci fossero quattro o anche cinque bambini in quel pancione”, ha commentato ridendo, “invece  no, era solo un grande e robusto neonato. Ha sicuramente  una carriera come giocatore di rugby in futuro “, ha aggiunto con umorismo.




La più grande nascita  registrata fin ora in tutto il mondo era sta quella di un bambino sudafricano che pesava circa 38 libbre (17,2 kg) ed è nato nel 1839. Il giovane ragazzo di origine Zulu è segnalato per essere cresciuto fino a 2,28 metri di altezza prima di raggiungere il suo 18 ° compleanno.

La giovane madre è una donna di 26 anni con grossi problemi di obesità, ma lei vuole una vita normale ed è decisa a dimagrire, per poter trovare un fidanzato. Per farlo deve perdere ben 220 chili.  Ora la donna è costretta a restare “segregata” in casa, a causa della sua mobilità limitata. La neo mamma ha ridotto da 10.000 a 1.200 calorie al giorno.  “Sono determinata a dimagrire, non voglio restare in casa – ha commentato – Voglio essere in grado di allevare mio figlio, trovare un fidanzato che voglia restare accanto a me e che mi porti all’altare”.

Fonte:qui