Crea sito
domenica, giugno 25Notizie strane,fatti curiosi,notizie rilevanti,,ricette.ed altro.

Lettera di una 20enne gioiese dopo la fiction SOLO- “Gioia Tauro, non è la mafia, i cittadini gioiesi non sono “mafiosi di Calabria”





“Tutti in attesa per la nuova fiction Solo, andata in onda  su Canale 5, che vede protagonista Gioia Tauro.
Vedere in tv il nostro paese e alcuni dei nostri concittadini, protagnisti di un film, è senza dubbio una bellissima cosa, ma quello che almeno a me personalmente non da motivo di orgoglio, è il modo in cui veniamo costantemente “rappresentati”.
Gioia Tauro, non è la mafia, la mafia è ovunque, la mafia è ai vertici purtroppo, i cittadini gioiesi non sono “mafiosi di Calabria”, che quando si trovano già fuori a pochi chilometri, vengono additati, “Da voi c’è la mafia, tu sei un  mafioso”. A Gioia Tauro, i bambini non vengono uccisi, a Gioia Tauro si parla il dialetto calabrese e non quello siciliano, a Gioia Tauro si c’è il porto, ma anche se il lavoro è poco, i padri di famiglia ci vanno a lavorare, di notte e di giorno sotto il sole cocente. A Gioia Tauro non è vero che le mie coetanee non possono uscire con le amiche o indossare una gonna, non siamo così trogloditi.
Gioia Tauro è una città che cerca la rinascita, che mai avrà se continua ad essere descritta così. I cittadini gioiesi non sono persone cattive che camminano con le pistole in tasca, i cittadini gioiesi hanno il cuore grande e la voglia di progredire. Gioia Tauro non è quella del film “SOLO”, noi lo sappiamo, ma al Nord che ne sanno?”




Ai miei concittadini, al mio paese
Una ventenne (ORGOGLIOSAMENTE GIOIESE)

Fonte:www.zmedia.it